Claudio Cherubino's blog Life of a Googler

18Mar/090

Working Capital Camp Catania

Non è destino che io possa partecipare ad uno dei (rari) eventi interessanti che vengono organizzati a Catania.

Nel 2007 venne organizzato il TrinacriaCamp, il primo barcamp siciliano, ma io mi trovavo in Messico per lavoro mentre adesso leggo che Telecom Italia ha scelto proprio la mia città come sede per il Working Capital Camp Catania.

L'obiettivo di questo incontro è sostenere le migliori iniziative imprenditoriali nell'ambito del web 2.0 che verranno sostenute da Telecom Italia stessa con il supporto di dPixel. Per maggiori informazioni il sito di riferimento è http://barcamp.org/workingcapital.

La data del primo incontro, che si terrà a Catania presso l'ex Monastero dei Benedettini, è il 29 Aprile 2009 e ovviamente io in quel periodo sarò all'estero, per la precisione a New York.

Almeno stavolta si tratta di vacanza e non di viaggio di lavoro...

5Jun/081

Yalp, la nuova IPTV di Telecom Italia

Non guardo molta televisione, neanche quando ho molto tempo libero, figuriamoci quindi quante volte mi sia capitato di visionare delle IPTV in streaming.

Giusto un paio di volte sono andato su RossoAlice, il portale specializzato di Telecom Italia, per acquistare in modalità pay-per-view delle partite di calcio, ma niente di più.

Alla fine il rapporto qualità-prezzo era discreto, la qualità del video non era il massimo, ma una partita costava solo 2,5 euro, e c'erano anche offerte più convenienti per chi volesse acquistare più di un evento.

Adesso RossoAlice è stato chiuso ed al suo posto Telecom ha lanciato Yalp, una community tv che offre molto più del servizio precedente.

Innanzitutto vengono proposti gratuitamente 19 canali nazionali ed internazionali, tra cui quelli Rai (Rai Uno, Rai Due, Rai Tre e Rai News 24) e una serie di canali tematici.

A questi vanno aggiunti i contenuti amatoriali, quelli cioè che vengono pubblicati dai membri della community, un pò come avviene su YouTube.

I film in pay-per-view hanno un costo contenuto, solo 1,99 euro, e vi è inoltre la possibilità di masterizzare alcuni film o concerti per ottenere un dvd completo di menu e divisione in capitoli.

Infine, a completare l'offerta abbiamo una sezione radio e un music store, anch'esso con prezzi contenuti e con un'impostazione tipica da community Web 2.0.

5Apr/074

Telefollie all’italiana

Argh! Sono senza connessione ad Internet da casa da 10 giorni e tutto per una di quelle storie assurde che possono succedere solo in Italia:

uno zelante operatore di Tiscali mi chiama per proporre di passare da Alice alla loro vantaggiosa offerta di telefonia e Internet e io gli chiedo di inviarmi il contratto per valutarlo.
Ovviamente per lui valutare il contratto vuol dire "non ho alcun interesse a conoscere le condizioni, attivatemi tutto quello che volete" e decide di inviare a Telecom la richiesta di cessazione del mio contratto.

Cosa ci si aspetterebbe da Telecom? Che rimandi indietro la richiesta perchè non proviene dall'intestatario della linea, giusto? E invece no! Senza battere ciglio mi stacca la connessione e nemmeno mi avvisano.
Solo dopo una settimana scopro che per loro il mio contratto è cessato, ma non possono dirmi chi ha fatto la richiesta, per questioni di privacy! Ma privacy di chi? La linea non è la mia???

Vabbè, chiamo a Tiscali e mi confermano che la richiesta di attivazione del loro servizio è stata annullata perchè non conforme, e quindi torno a parlare speranzoso con l'operatore di Telecom per richiedere la connessione.

E qua scopro l'incredibile...non possono riattivarmi la linea se prima la procedura non viene ultimata, e quindi dovrò aspettare pazientemente almeno dopo Pasqua!

Geniale come idea: chiunque può farti staccare la linea immediatamente e senza autorizzazione, però l'intestatario non ha il diritto di riattivarla...