Claudio Cherubino's blog Life of a Googler

15Dec/081

Wordle, la nuova tag cloud

Poco più di un anno fa vi spiegavo come inserire una tag cloud all'interno del vostro blog basato su WordPress, ma da allora le mode sono cambiate e pare che adesso non ci sia blogger che si sia convertito a Wordle.

Di cosa si tratta?

Sostanzialmente si tratta di una variante della tag cloud che è basata su tutte le parole di un sito e non solo i tag.

Per generarlo basta andare sul sito Wordle.net e indicare l'indirizzo del proprio sito o feed.

L'applicazione, realizzata come applet Java, genererà rapidamente il wordle e successivamente sarà possibile personalizzarlo variando font, colori e altre impostazioni.

L'unico problema è che non è prevista alcuna possibilità di esportazione del risultato ottenuto, ma saremo costretti a catturare lo schermo per salvare l'immagine.

Ho provato a far analizzare questo blog ed ecco il risultato ottenuto:

Wordle

Bello, no? Peccato che non abbia ancora capito a che possa servire! :???:

7Nov/076

Tag Cloud per WordPress 2.3

Quando è stata rilasciata la versione 2.3 di WordPress, una delle novità  più importanti (e pubblicizzata) era costituita dall'introduzione di una soluzione nativa per il tagging dei post, cioè di un sistema che permetta di etichettare gli articoli con delle keyword, esattamente come si fa con del.icio.us.

Da quando questi tag hanno preso piede, la forma migliore per rappresentarli è sempre stata una tag cloud, una nuvola i cui elementi sono tanto più grandi quanto il tag è presente all'interno del sito.

Usando WordPress aggiungere una tag cloud al proprio blog (come quella che trovate nella colonna di destra di questo sito) è veramente facile, basta sfruttare la funzione wp_tag_cloud, che accetta i seguenti parametri:

  • smallest - la dimensione del font da usare per i tag che hanno minore frequenza
  • largest - la dimensione del font da usare per i tag con maggiore frequenza
  • unit - l'unità  di misura delle dimensioni dei font. Si usi 'pt' per i punti
  • number - il numero massimo di tag da mostrare
  • format - formato della nuvola. Può essere 'flat' (di default) per separare i tag con spazi bianchi, 'list' per usare il tag UL all'interno di una class 'wp-tag-cloud' e 'array' per racchiudere i tag in un array
  • orderby - specifica il campo secondo cui ordinare i tag. Può assumere il valore 'name' o 'count'
  • order - ordine ascendente (ASC) o discendente (DESC)
  • exclude - lista separata da virgole di tag da escludere. Per default non si esclude alcun tag
  • include - lista separata da virgole di tag da includere. Per default si includono tutti i tag

Nel mio caso il codice usato per ottenere la tag cloud è:

wp_tag_cloud('smallest=8&largest=22&number=30');

Che ne pensate delle tag cloud? Le usate?