Claudio Cherubino's blog Life of a Googler

1Nov/078

La supposta effervescente

Oggi stavo tranquillamente guardando Dr House su Italia1 quando una delle tante pubblicità  che lo interrompono mi ha colpito.

Avete notato anche voi lo spot delle supposte effervescenti??? :shock:

Ho pensato di aver sentito male e quindi ho cercato la conferma su Internet, ed ecco qui la foto del prodotto:

Supposta effervescente

Sul sito è scritto: "Perchè Eva/q non contiene glicerina ma sviluppa una naturale effervescenza che massaggia delicamente le pareti del retto e facilita la totale evacuazione."

Scusate il francesismo, ma voi sentivate veramente il bisogno del culo con le bollicine?

23Apr/075

Diventare ricchi con la pubblicità

Non ho mai pensato di guadagnare qualcosa con Adsense, il servizio di Google per la pubblicazione di annunci pubblicitari a pagamento, tuttavia ne sono sempre stato incuriosito e mi sono sempre chiesto se possa funzionare.

Ci sono casi eclatanti, ad esempio il sito ShoeMoney (che non avevo mai sentito nominare), che riesce a fatturare cifre dell'ordine di 4-5 mila dollari al giorno e non è nemmeno la cifra più alta che si legge in giro!

Ecco le statistiche relative agli annunci che vengono mostrati in queste pagine:

  • questo sito ha mostrato circa 1000 annunci al mese per 3 mesi
  • in totale sono stati effettuati ben 8 click, più o meno un click ogni 400 impressioni, in pratica lo 0,002%
  • il ricavo totale è pari a 2 dollari e 11 centesimi
  • in media quindi un click è stato valutato 25 centesimi di dollaro

Se queste percentuali sono più o meno uguali per tutti i siti, allora ShoeMoney deve ricevere circa 18.000 clic e mostrare qualcosa come 7 milioni di annunci pubblicitari al giorno!
Vi sembra possibile?

A me viene però un altro dubbio, cioè che la posizione ed il contenuto degli annunci influiscano moltissimo sulla percentuale di clic.
Ad esempio, se guardo adesso l'anteprima di questo post, vedo due annunci relativi a mutui e prestiti. Ok, possono interessare a tanta gente, ma su un blog che parla (più o meno!) di informatica, non mi sembrano proprio azzeccatissimi...

Ma quello che mi chiedo più spesso è: la gente clicca su questi annunci pubblicitari?

26Mar/070

Life is what you choose

E' questo il nuovo slogan della Beck's, avete visto anche voi lo spot in tv?

Io si e mi è piaciuto, anche perchè è difficile non abboccare all'amo.
Nello spot si vede un ragazzo in aereo, seduto accanto ad una bella ragazza. Dopo qualche secondo arriva l'hostess e propone al ragazzo di cambiare il suo posto con uno in prima classe. Ovviamente lui è indeciso: lusso o passione?

Lo spot si conclude qui, con un eloquente "Scegli il tuo finale su becks.it".
Non solo ci hanno incuriosito ma ci sentiamo anche chiamati in causa, che ci costa visitare il sito e vedere i due finali (entrambi simpatici)?

Ovviamente non vi racconto come finisce, tanto sono sicuro che anche voi visiterete presto il sito in questione...

12Jan/070

Troppi spot? Il cinema ti rimborsa il biglietto

Non sono pochi i cinema che invece di far iniziare il film all'orario previsto ci obbligano a sorbirci 15-20 minuti di spot pubblicitari.
Pare che in questi casi sia possibile richiedere il rimborso del biglietto e il pagamento di una somma per il turbamento psicologico e umorale provocato dalla proiezione della pubblicità .

Se volete provarci, scaricate questo modulo dal sito dell'ADUC (Associazione per i Diritti degli Utenti e dei Consumatori) e inviatelo per raccomandata al cinema in questione.

Non so chi avrà  la voglia di farlo veramente, ma mi auguro che i cinema smettano di infastidirci e si dedichino a quello per cui li paghiamo (anche troppo!)