Claudio Cherubino's blog Life of a Googler

18Sep/092

Sei nuovi film per Philip K. Dick

Pare che finalmente i registi di Hollywood si stiano accorgendo dell'enorme quantità di racconti scritti da uno dei padri della fantascienza, Philip K.Dick, che possono essere trasformati con (relativamente) poco sforzo in film di successo.

Tuttavia dopo l'eccezionale Blade Runner i film tratti dai libri di Philip K. Dick non sono stati dei capolavori assoluti, anche se fra i registi possiamo annoverare Steven Spielberg (Minority Report), John Woo (Paycheck), Paul Verhoeven (Atto di Forza) e Richard Linklater (A scanner darkly).

Sono attualmente in lavorazione ben sei film tratti dalle opere di questo geniale scrittore: "Scorrete lacrime, disse il poliziotto", "Radio libera Albemuth", "The Adjustment Bureau" ("Squadra Riparazioni" nell'edizione italiana), "E Jones creò il mondo", "Il re degli elfi" (di cui abbiamo già parlato) e, soprattutto, "Ubik".

Le notizie al riguardo sono ancora poche, si sa solo che la protagonista di Radio Libera Albemuth sarà Alanis Morissette mentre per The Adjustment Bureau è stato scelto Matt Damon.

Inoltre è stato annunciato che il regista di "E Jones creò il mondo" sarà il visionario Terry Gilliam, già autore di film di fantascienza quali "L'esercito delle 12 scimmie" e "Brazil".

Direi che con questa scorpacciata finalmente le opere di Philip K. Dick hanno avuto l'attenzione che meritano, forse si potrebbe ancora pensare alla versione cinematografica di "La svastica sul sole" o "Labirinto di morte".

Io comunque aspetto con impazienza soprattutto Ubik. E voi?

6May/090

Il fumetto di Blade Runner

Tutti sanno che il film Blade Runner è (liberamente) ispirato ad un bellissimo romanzo di Philip K. Dick chiamato "Gli androidi sognano pecore elettriche?" (in originale "Do androids dream of electric sheep?").

Quasi trent'anni dopo l'uscita del film adesso è la volta della graphic novel tratta dal romanzo, ma a differenza di quella de "Un oscuro scrutare", che è basata sul film, questa costituisce una fedele trasposizione del libro.

Il fumetto uscirà a Giugno negli Stati Uniti grazie a BOOM! Studios e sarà suddiviso in 24 uscite.

I disegni sono molto belli ma colpisce la quantità di didascalie presenti in ogni vignetta. In pratica ogni frase del romanzo è stata trasferita nelle tavole, compresa la descrizione delle azioni, che ovviamente sono deducibili dalle immagini.

Speriamo che quest'opera arrivi presto anche in Italia o saremo costretti ad ordinarla dagli States. Per adesso ci dobbiamo accontentare della copertina del primo numero e la prima tavola.

29Sep/077

Next, recensione in anteprima

Ieri sera, grazie alla lodevole iniziativa del Trailers FilmFest, una manifestazione che si tiene a Catania da 5 anni, ho avuto l'opportunità  di assistere all'anteprima nazionale di Next.

Ispirato al racconto "The Golden Man" di Philip K. Dick, il film racconta la storia di Cris Johnson (interpretato da Nicholas Cage), un uomo in grado di prevedere il futuro, ma solo di tre minuti in avanti ed esclusivamente per quanto lo riguarda in prima persona.

A causa di questo potere, Johnson viene ricercato da un'agente dell'FBI (Julianne Moore), che vuole il suo aiuto per sconfiggere un gruppo di terroristi.

Il film è diretto da Lee Tamahori, il regista di "007 La morte può attendere" e "XXX - The Next Level", che dà  il meglio di se nelle scene d'azione e dona alla pellicola un ritmo abbastanza elevato, grazie anche alla durata non eccessiva, circa 90 minuti.

La storia, com'è tipico dello scrittore americano, contrappone due realtà , quella vera e quella che solo Johnson è in grado di vedere e cambiare. Questo "what-if" viene rappresentato degnamente dal regista, che non fa mancare i colpi di scena, dall'inizio alla fine.

Il film, nel quale recitano anche Jessica Biel e un attempato Peter Falk (si, il Tenente Colombo!), uscirà  in Italia solo il 23 Novembre.

In America Next non ha sbancato il botteghino, però si tratta senza dubbio di un film di fantascienza godibile e dimostra nuovamente come ci sia ancora tanto di attuale nelle storie di Philip K. Dick, sebbene l'autore sia scomparso da più di 25 anni.

Quanto dovrò aspettare ancora prima che un regista si decide a girare il film tratto da Ubik, per me il capolavoro assoluto di questo scrittore?

Locandina Next

22Jun/070

La teoria della cospirazione

Sono sempre stato affascinato da tutte le storie che parlano di grandi cospirazioni o di enormi bugie raccontate dai governi o da potentissimi gruppi segreti, sarà  che ho visto troppo X-Files quando ero piccolo!

Proprio oggi leggevo una dichiarazione di Nariaki Nakayama, ministro giapponese e storico, secondo la quale il massacro di Nanking (Nanchino in italiano) è stato gonfiato e invece dei 300000 morti i caduti sarebbero stati solo 20000, meno di un decimo.

E questo caso non è l'unico che proviene dal governo giapponese, secondo loro nemmeno l'attacco a Pearl Harbour è mai avvenuto.

La cosa che mi stupisce è come si possa cercare di cambiare dei fatti storici universalmente accettati, è un pò come quelli che sostengono che l'Olocausto non sia mai avvenuto!

Eppure esistono anche dei casi che tuttora suscitano forti dubbi, ad esempio in molti si chiedono se gli americani abbiano veramente posato il piede sulla Luna.
Le prove sono controverse, se volete dargli un'occhiata, Paolo Attivissimo, noto esperto antibufale, ha dedicato una pagina all'argomento.

C'è anche un film che ha tratto ispirazione proprio dalla storia dello sbarco (finto?) sulla Luna.
Il film si chiama Capricorn One e risale alla fine degli anni Settanta, se non l'avete visto vi suggerisco di recuperarlo.

E se ho suscitato in voi interesse all'argomento, non posso che suggerirvi la lettura dei libri di Philip K. Dick, visto che uno dei temi ricorrenti nelle sue opere è proprio quello della contraddizione fra realtà  e finzione.
Se devo consigliarvi un libro di questo autore non posso che indicarvi il capolavoro "Ubik" o "La penultima verità ", quest'ultimo ancora più legato al tema della cospirazione.

Fine dei consigli per gli acquisti... :wink: