Claudio Cherubino's blog Life of a Googler

18Sep/092

Sei nuovi film per Philip K. Dick

Pare che finalmente i registi di Hollywood si stiano accorgendo dell'enorme quantità di racconti scritti da uno dei padri della fantascienza, Philip K.Dick, che possono essere trasformati con (relativamente) poco sforzo in film di successo.

Tuttavia dopo l'eccezionale Blade Runner i film tratti dai libri di Philip K. Dick non sono stati dei capolavori assoluti, anche se fra i registi possiamo annoverare Steven Spielberg (Minority Report), John Woo (Paycheck), Paul Verhoeven (Atto di Forza) e Richard Linklater (A scanner darkly).

Sono attualmente in lavorazione ben sei film tratti dalle opere di questo geniale scrittore: "Scorrete lacrime, disse il poliziotto", "Radio libera Albemuth", "The Adjustment Bureau" ("Squadra Riparazioni" nell'edizione italiana), "E Jones creò il mondo", "Il re degli elfi" (di cui abbiamo già parlato) e, soprattutto, "Ubik".

Le notizie al riguardo sono ancora poche, si sa solo che la protagonista di Radio Libera Albemuth sarà Alanis Morissette mentre per The Adjustment Bureau è stato scelto Matt Damon.

Inoltre è stato annunciato che il regista di "E Jones creò il mondo" sarà il visionario Terry Gilliam, già autore di film di fantascienza quali "L'esercito delle 12 scimmie" e "Brazil".

Direi che con questa scorpacciata finalmente le opere di Philip K. Dick hanno avuto l'attenzione che meritano, forse si potrebbe ancora pensare alla versione cinematografica di "La svastica sul sole" o "Labirinto di morte".

Io comunque aspetto con impazienza soprattutto Ubik. E voi?

6May/090

Il fumetto di Blade Runner

Tutti sanno che il film Blade Runner è (liberamente) ispirato ad un bellissimo romanzo di Philip K. Dick chiamato "Gli androidi sognano pecore elettriche?" (in originale "Do androids dream of electric sheep?").

Quasi trent'anni dopo l'uscita del film adesso è la volta della graphic novel tratta dal romanzo, ma a differenza di quella de "Un oscuro scrutare", che è basata sul film, questa costituisce una fedele trasposizione del libro.

Il fumetto uscirà a Giugno negli Stati Uniti grazie a BOOM! Studios e sarà suddiviso in 24 uscite.

I disegni sono molto belli ma colpisce la quantità di didascalie presenti in ogni vignetta. In pratica ogni frase del romanzo è stata trasferita nelle tavole, compresa la descrizione delle azioni, che ovviamente sono deducibili dalle immagini.

Speriamo che quest'opera arrivi presto anche in Italia o saremo costretti ad ordinarla dagli States. Per adesso ci dobbiamo accontentare della copertina del primo numero e la prima tavola.

11Mar/090

Mickey Rourke il lottatore

Non è mai stato uno dei miei attori preferiti, ma con The Wrestler mi sono dovuto ricredere su Mickey Rourke.

Il film sembra scritto su misura per l'attore e la scelta del protagonista non poteva essere migliore. Dopo il terribile flop de L'albero della vita (che ancora non sono riuscito a vedere), il regista Aronofsky è riuscito ad ottenere il successo al Festival del Cinema di Venezia e ha sfiorato per pochissimo l'Oscar per il miglior attore protagonista che poi è andato a Sean Penn per Milk.

Non ho visto questo film e quindi non ho presente la prestazione di Sean Penn, ma di sicuro deve essere stato eccezionale per battere un Mickey Rourke così impressionante. E non riesco nemmeno ad immaginare come si fosse inizialmente pensato a Nicholas Cage per questo ruolo. Voi ce lo vedete a fare il lottatore in declino?

PS: in settimana ho visto anche Watchmen, chi mi da qualche spunto interessante di discussione?

23Aug/080

Il trailer italiano di Wall-e

Nel resto del mondo è già uscito e qui da noi manca ormai poco per l'arrivo di Wall-e, il nuovo film della Pixar dopo Gli Incredibili e Ratatouille.

Il 17 Ottobre sbarcherà in Italia questo strano film, con pochissimi dialoghi ma con un personaggio dotato di un'espressività incredibile, come potete vedere dal trailer italiano appena diffuso:

Tutte le recensioni sono entusiaste e parlano del miglior film Pixar di sempre, secondo me ci sono le premesse per un film che riuscirà a toccare il cuore.

Il giorno dell'uscita di Wall-e io sarò in viaggio, dite che ce la faccio a convincere Alitalia a passarlo sui suoi aerei? :)

5Jun/081

Yalp, la nuova IPTV di Telecom Italia

Non guardo molta televisione, neanche quando ho molto tempo libero, figuriamoci quindi quante volte mi sia capitato di visionare delle IPTV in streaming.

Giusto un paio di volte sono andato su RossoAlice, il portale specializzato di Telecom Italia, per acquistare in modalità pay-per-view delle partite di calcio, ma niente di più.

Alla fine il rapporto qualità-prezzo era discreto, la qualità del video non era il massimo, ma una partita costava solo 2,5 euro, e c'erano anche offerte più convenienti per chi volesse acquistare più di un evento.

Adesso RossoAlice è stato chiuso ed al suo posto Telecom ha lanciato Yalp, una community tv che offre molto più del servizio precedente.

Innanzitutto vengono proposti gratuitamente 19 canali nazionali ed internazionali, tra cui quelli Rai (Rai Uno, Rai Due, Rai Tre e Rai News 24) e una serie di canali tematici.

A questi vanno aggiunti i contenuti amatoriali, quelli cioè che vengono pubblicati dai membri della community, un pò come avviene su YouTube.

I film in pay-per-view hanno un costo contenuto, solo 1,99 euro, e vi è inoltre la possibilità di masterizzare alcuni film o concerti per ottenere un dvd completo di menu e divisione in capitoli.

Infine, a completare l'offerta abbiamo una sezione radio e un music store, anch'esso con prezzi contenuti e con un'impostazione tipica da community Web 2.0.

1Apr/080

Il concorso da un milione di dollari

Stavolta non vi parlerò di uno quei concorsi dedicati ai blogger nei quali si vince un premio a seguito di una estrazione, ma di una sfida veramente complessa rivolta ai migliori sviluppatori del mondo e con un milione di dollari come premio!

Il concorso è promosso da Netflix, il famoso portale americano per il noleggio di film online.

Il Netflix Prize (così si chiama la competizione) mette a disposizione dei team partecipanti un database con circa 17000 film definiti da tre campi (id, titolo e anno) e un set di dati di addestramento che comprende 100 milioni di rating sui film assegnati da 480000 utenti anonimi.

Oltre a questi dati di input vengono forniti 2,8 milioni di record formati da tre campi ciascuno (id dell'utente, id del film, rating). Il compito dei partecipanti è proprio riempire questi campi, cercando di prevedere i rating effettivamente assegnati dagli utenti di Netflix.

Per vincere il premio di un milione di dollari bisognerà ottenere una previsione migliore del 10% rispetto a quella di Netflix. Inoltre, fintanto che nessuno riesce ad ottenere questo risultato, il migliore di ogni anno vincerà 50000 dollari.

Attualmente il team che guida la classifica ha ottenuto una percentuale di miglioramento pari allo 9,05%, quindi se volete soffiare loro il primo premio vi conviene affrettarvi, ma non pensate che sia una sfida poco impegnativa.

18Mar/080

Dieci piccoli indiani all’italiana

Non so quando è stata l'ultima volta che ho visto un film italiano al cinema, ma di sicuro non è recente.

Certo, considerando che i film italiani più di successo degli ultimi anni comprendono capolavori del calibro di Natale in India o tutte le trasposizioni dei "romanzi" di Moccia, non credo di essermi perso molto, però ho appena scoperto un progetto cinematografico nostrano che per una volta sembra voler osare un pò.

Si tratta di MissTake un lungometraggio indipendente girato in Veneto, ma che comprende anche alcuni attori noti, quali Remo Girone, Anna Valle, Vittoria Zinni e Guido Palliggiano.

Anche l'atmosfera si distacca pesantemente dai canoni classici del cinema italiano e presenta forti tinte noir, oltre ad una evidente ispirazione a Dieci Piccoli Indiani di Agatha Christie.

La storia narra di un gruppo eterogeneo di persone che si ritrovano a cenare insieme in una villa palladiana, dietro invito di un misterioso conte che li attira facendo loro credere che voglia privarsi della villa.

Durante la cena, però, uno degli invitati morirà, cambiando radicalmente la sorte della serata.

A me intriga abbastanza, chissà che non sia la volta buona che ritorni a vedere un film italiano al cinema.

Vi lascio con la locandina, anche quella, insieme al sito ufficiale, non è niente male.


MissTake - Il film

18Feb/083

Il Blu-Ray ha vinto la guerra

Qualche anno fa sono stati presentati al pubblico due formati in competizione fra loro come successore del dvd, caratterizzati ovviamente da maggiori capacità e qualità dell'immagine.

I due formati, Blu-Ray e HD-DVD, sono supportati rispettivamente da due grossi consorzi di imprese. Nel primo caso, il principale promotore è sicuramente Sony, mentre l'altro gruppo vede forti le partecipazioni di Toshiba e Microsoft.

Per quanto riguarda il confronto fra i due tipi di supporto, possiamo dire che HD-DVD costituisce una sorte di evoluzione naturale del dvd e quindi i costi dei lettori e dei masterizzatori è stato sin dall'inizio più contenuto.

Blu-Ray invece è basato su una tecnologia più avanzata (ma anche più costosa) che consente di ottenere capacità di immagazzinamento dati superiori rispetto alla concorrenza.

Come sempre però l'affermarsi di un prodotto non è dovuto esclusivamente alla sua tecnologia, ma soprattutto alla capacità dei produttori di farsi adottare dai consumatori, ed in questo Sony è stata sicuramente più abile.

Innanzitutto la Playstation 3 contiene un lettore Blu-Ray e anzi questo lettore è stato per un discreto periodo di tempo il lettore Blu-Ray più economico sul mercato. Oltre a questo, la Sony è stata in grado di promuovere il formato Blu-Ray come il vero successore del dvd, tanto che moltissimi consumatori non sanno nemmeno dell'esistenza di HD-DVD.

In risposta a ciò, la Microsoft ha messo sul mercato un lettore HD-DVD esterno per la propria consolle X-BOX 360, ma probabilmente si è mossa troppo tardi, e questo accessorio non ha avuto quasi alcun successo.

La battaglia fra Blu-Ray e HD-DVD è durata un bel pò, ma pare che adesso ci sia un vincitore: Toshiba ha deciso di issare bandiera bianca e abbandonare il formato HD-DVD.

La cosa non può che fare felici noi consumatori, visto che un appassionato si trovava costretto a comprare due diversi lettori per poter vedere i film in alta definizione. Di certo non sarà altrettanto felice chi ha già comprato un HD-DVD Player e adesso si trova in casa un costoso (e inutile) soprammobile!

Io per fortuna non avevo ancora fatto la mia scelta proprio per evitare problemi di questo tipo, magari non appena la PS3 cala ulteriormente di prezzo ci faccio un pensierino...

7Feb/088

Film e serie tv gratis con Stage6

Grazie a Daniele ho scoperto Stage6, un servizio simile a YouTube dove è possibile pubblicare dei video da visionare gratuitamente in streaming.

Rispetto a YouTube ci sono però delle differenze importanti.

Innanzitutto molti video sono in formato HD (risoluzione 1080p) ed inoltre è possibile trovare una grande quantità di film completi in lingua italiana.

Oltre ai numerosi film (da Kill Bill a Quarto Potere) si trovano anche tante serie tv (Lost, Heroes, Dr House, ...) e cartoni animati di ogni genere, sia in italiano che in lingua originale con i sottotitoli.

Tra questi potrei citare Naruto, One Piece o i Simpson e se siete interessati un buon punto di partenza è costituito dal canale OtakuTV.

I video infatti possono essere catalogati per canale ma anche ricercati liberamente in base ad alcune parole chiave o tag (ad esempio provate "italiano" o "ita").

La qualità dei video è eccezionale, l'unico dubbio che mi viene alla mente riguarda la legalità di questo servizio, dato che non penso proprio che la condivisione di film protetti da copyright sia stata autorizzata.

Se è come immagino, non passerà molto tempo prima che le armate di legali delle major televisive si muoveranno sul piede di guerra contro Stage6, ma fino ad allora vi consiglio di approfittarne!