Claudio Cherubino's blog Life of a Googler

24Nov/092

Un nuovo inizio

Nell'ultimo periodo ci ho riflettuto a lungo e alla fine ho deciso, non senza un pizzico di dispiacere, che è arrivata l'ora di iniziare un nuovo percorso con questo blog.

Come ho sempre sostenuto, il blog costituisce più un esercizio per me che un vero punto di interesse per i visitatori, ed è per questo che d'ora in poi l'argomento principale sarà la programmazione e il resoconto di tutti i miei esperimenti in questo campo.

Fra qualche giorno quindi il blog cambierà radicalmente, anche nell'aspetto, ed integrerà i post su F# di FSharp.it. Inoltre gli articoli saranno scritti in inglese e non più in italiano.

Non so quanti degli attuali lettori saranno ancora interessati a tornare su queste pagine, penso comunque di mantenere accessibile tutto l'archivio dei contenuti scritti finora.

Fatemi gli auguri, ci vediamo presto con la nuova versione del blog!

4Nov/090

Il caso Rossitto

Se n'è parlato molto nei giorni scorsi e finalmente ieri sera è stato mostrato il servizio delle Iene su Elio Rossitto, il professore dell'Università di Catania che chiedeva favori sessuali in cambio di un buon voto all'esame.

Il docente, che si è già dimesso dall'Università, è stato colto in flagrante grazie ad una studentessa di nome Dominique che a finto di cedere al ricatto ed è andata all'incontro in un motel con una telecamera nascosta, filmando chiaramente le proposte che riceveva.

La cosa che mi ha colpito, tuttavia, non è la naturalezza con cui il professore chiedeva questi favori, bensì il coraggio della studentessa, una ragazza di 20 anni che decide di affrontare apertamente un affermato docente e pestargli i piedi, ricordando a tutti noi che certe persone non sono intoccabili come spesso crediamo.

E' facile lamentarci che le cose in Italia non vadano per il verso giusto, ma se non lottiamo in prima persona per i nostri diritti difficilmente otterremo qualcosa. E per fortuna a volte c'è qualcuno come Dominique a ricordarcelo...

21Sep/090

Trailers FilmFest 2009

Prenderà il via Giovedì prossimo, 24 Settembre, la settima edizione del Trailers FilmFest, l'unico festival in Italia ed Europa dedicato ai trailers cinematografici.

Come ogni anno, la manifestazione si terrà a Catania e durerà tre giorni, presentando un programma piuttosto ricco che comprende workshop ed incontri a tema presso l'ex Monastero dei Benedettini e serate di gala presso il Teatro Metropolitan. Ogni serata prevede inoltre la proiezione in anteprima di un film di prossima uscita.

I film presentati nelle tre serate di questa edizione saranno nell'ordine "Up", "Butterfly Zone - il senso della farfalla" e "Whiteout - incubo bianco" e, come da tradizione del Trailers FilmFest, gli ingressi saranno del tutto gratuiti.

L'anno scorso i trailer premiati furono quelli di "Tutta la vita davanti" (miglior trailer italiano), "Hitman" (miglior trailer europeo), "Hairspray" (miglior trailer world) e "Amore, bugie e calcetto" (miglior trailer votato dal pubblico).

Fra i candidati di quest'anno è in prima posizione "The millionaire", seguito ad una manciata di voti di distanza da "Nemico pubblico n. 1".
Per votare i vostri preferiti andate su http://www.trailersfilmfest.com/contest_years.

trailers_filmfest

2Sep/090

Riparte il Google Code Jam

Restano meno di due giorni di tempo per registrarsi all'edizione 2009 del Google Code Jam, la competizione riservata ai migliori sviluppatori di tutto il mondo.

Il formato è lo stesso della scorsa edizione: un primo turno di qualificazione che si apre questa notte e al quale può partecipare chiunque nell'arco delle 24 ore successive. In questa fase verranno proposti tre problemi, ciascuno con un set di input piccolo e e uno grande. Per superare il turno basterà risolvere uno dei problemi sull'input piccolo e uno sull'input grande (anche lo stesso problema).

Successivamente ci saranno tre turni online e la finale per i migliori 25 qualificati da tenersi presso la sede principale di Google a Mountain View, California.

I premi vanno dalle magliette firmate Google Code Jam ai 5000 dollari per il primo qualificato, oltre ovviamente alla possibilità di farsi notare dai recruiter di Google.

Per maggiori chiarimenti vi invito a leggere il regolamento ufficiale e a provare i quesiti proposti l'anno passato.

In bocca al lupo!

25Jul/095

I peggiori disastri informatici della storia

L'evoluzione informatica ha portato immensi benefici nelle vite di tutti noi però è innegabile che in alcuni casi ci sono stati errori anche clamorosi.

A tal proposito il sito ZDNet ha stilato una lista dei dieci peggiori disastri della storia dell'informatica, che vi riporto di seguito:

10 - un guasto ad una scheda di rete blocca la rete dell'aeroporto di Los Angeles, tenendo a terra migliaia di passeggeri per otto ore.

9 - mezzo milione di cittadini inglesi non possono andare in vacanza perché il nuovo sistema Siemens non consente di rilasciare i loro passaporti.

8 - Sony ritira dal mercato 4 milioni di batterie al litio usate all'interno dei laptop di Apple, Dell, Toshiba e Lenovo perché a rischio di esplosione.

7 - il Millennium Bug. C'è bisogno che vi dica di cosa stiamo parlando?

6 - il sistema CS2 della Child Support Agency inglese costato più di un miliardo di sterline e praticamente mai utilizzato a causa della contemporanea riforma del Department for Work and Pensions.

5 - l'uso delle unità imperiali (quelle anglosassoni) invece di quelle metriche comporta l'esplosione del Mars Climate Orbiter a seguito del suo volo a bassa quota su Marte.

4 - per la progettazione dell'Airbus A380 vennero usate due versioni differenti del software CATIA e solo alla fine si scoprì che tali versioni erano incompatibili fra loro, facendo slittare la fine del progetto di due anni.

3 - così come la NASA ci ha regalato l'esplosione del Mars Climate Orbiter, la European Space Agency ci ha deliziati con l'esplosione dell'Ariane 5 che per un banale overflow di una variabile è costato 8 miliardi di dollari per meno di 37 secondi di volo.

2 - una singola riga di codice errata ha causato nel 1990 il collasso delle rete telefonica di AT&T, bloccando 75 milioni di chiamate.

1 - anche se i danni alla fine sono stati contenuti, il disastro più grosso è quello legato al sistema militare sovietico nel 1983, quando per errore segnalò il lancio di 5 missili statunitensi e quasi non scatenò la Terza Guerra Mondiale.

Effettivamente io non sono ancora riuscito a fare un disastro di questa portata, però bisogna anche ammettere che non ho mai programmato uno Shuttle. NASA, vuoi farmi provare? ;-)

21Jul/090

Il mio articolo su IoProgrammo

E' uscito da pochi giorni il numero di Agosto di IoProgrammo, la rivista di informatica più importante in Italia, e al suo interno, per la prima volta, è possibile leggere un articolo del sottoscritto dedicato ad F#, il nuovo linguaggio di programmazione funzionale di Microsoft.

L'articolo è lungo 5 pagine ed ha un taglio introduttivo, allo scopo di diffondere il paradigma di programmazione funzionale. Non manca comunque una prima applicazione di esempio, che si occupa di cifrare e decifrare dei messaggi sfruttando il Cifrario di Vigenere.

L'argomento è sicuramente attuale ed interessante, tanto che sto già lavorando ad un secondo articolo che tratti dei concetti più avanzati.
Mi auguro che lo possiate apprezzare e sarò lieto di ricevere i vostri commenti.

IoProgrammo - Agosto 2009

IoProgrammo - Agosto 2009

1Jul/090

Firefox 3.5 è tra noi

Si è fatto attendere a lungo, ma alla fine Firefox 3.5 è stato rilasciato ieri, il 30 Giugno.

La nuova versione non solo promette performance migliori rispetto a tutti i browser della concorrenza, ma anche una maggiore leggerezza e il supporto a nuovi standard del web.

Fra le novità vanno sicuramente segnalati il supporto a HTML5 che introduce la gestione di tag audio e video codificati rispettivamente con Vorbis e Ogg Theora, la navigazione geolocalizzata, il supporto nativo per JSON e un nuovo motore JavaScript chiamato TraceMonkey.

Firefox 3.5 è disponibile in 70 lingue, tra cui ovviamente l'italiano, ed è scaricabile dal sito di Mozilla Italia, insieme alla nuova Guida all'Uso.

26Jun/092

Addio Michael

Ha fatto la storia della musica Pop ma ultimamente se ne parlava solo per le sue stranezze, eppure quello che mi resterà più impresso è il documentario Living with Michael Jackson in cui si capiva che Jacko era semplicemente un bambinone costretto in un corpo da adulto.

Sin da piccolissimo, spinto dal padre, non aveva fatto altro che produrre musica e generare montagne di soldi, e quindi, diventato adulto, ha cercato di recuperare l'infanzia ormai perduta, arrivando persino a costruire la fantastica Neverland, la villa da favola con all'interno un parco a tema e uno zoo.

E' stato accusato più volte di abusi su minori, ma bastava sentirlo parlare per capire che si trattava semplicemente di un ragazzino che cercava la compagnia dei coetanei per giocare insieme ad essi come non aveva mai potuto fare da piccolo.

Un personaggio contrastato e con molti problemi, ma sicuramente unico e che mancherà a tutti.

Addio Micheal...

16May/090

L’Italia vista da lontano

A volte non c'è niente di meglio che allontanarsi un pò dalle cose e osservarle da una distanza maggiore per cogliere la realtà.

E' quello che consiglio di fare a tutti gli italiani per comprendere meglio la situazione politica in Italia.

Penso che nessuno possa affermare che il New York Times costituisca un osservatore parziale o schierato politicamente quando parla di ciò che accade nel nostro Paese, ed ecco una semplice frase tratta da un suo articolo di qualche giorno fa su Berlusconi:

It’s vulgar, pathetic, offensive, comical, but what is most striking is that it works with voters.

Traduco letteralmente:

E' volgare, patetico, offensivo, comico, ma quello che colpisce maggiormente è che ciò funziona con gli elettori.

Non so ad uscirne peggio sia proprio Berlusconi o noi elettori, il problema è che si tratta di una considerazione assolutamente veritiera.

Non vi sentite abbastanza umiliati? Continuate la lettura dell'articolo e capirete come vedono l'Italia nel resto del mondo.

6May/090

Il fumetto di Blade Runner

Tutti sanno che il film Blade Runner è (liberamente) ispirato ad un bellissimo romanzo di Philip K. Dick chiamato "Gli androidi sognano pecore elettriche?" (in originale "Do androids dream of electric sheep?").

Quasi trent'anni dopo l'uscita del film adesso è la volta della graphic novel tratta dal romanzo, ma a differenza di quella de "Un oscuro scrutare", che è basata sul film, questa costituisce una fedele trasposizione del libro.

Il fumetto uscirà a Giugno negli Stati Uniti grazie a BOOM! Studios e sarà suddiviso in 24 uscite.

I disegni sono molto belli ma colpisce la quantità di didascalie presenti in ogni vignetta. In pratica ogni frase del romanzo è stata trasferita nelle tavole, compresa la descrizione delle azioni, che ovviamente sono deducibili dalle immagini.

Speriamo che quest'opera arrivi presto anche in Italia o saremo costretti ad ordinarla dagli States. Per adesso ci dobbiamo accontentare della copertina del primo numero e la prima tavola.